3 Gennaio 2012

Le mani in tasca

Di michilcosta

L’amico Massimo Cacciari ha citato don Milani: “Se uno alla fine della vita ha le mani completamente pulite vuol dire che le ha tenute in tasca”. Devo ahimè, correggerlo. La citazione giusta è: «Che senso ha avere le mani pulite se si tengono in tasca?».
Dei famosi anche non famosissimi solo Cacciari si è visto al funerale. Uno dei pochissimi a non tirarsi indietro. Don Verzè, promotore dell’eccellenza, aveva un modo allegro assai di gestire soldi non suoi. Comunque sia, pace all’anima sua e che Dio lo abbia in Gloria.

michil

3 thoughts on “Le mani in tasca

  1. PROBABILMENTE….,FORSE…,BISOGNERA’ VEDERE … AVEVA UN MODO ALLEGRO DI GESTIRE I SOLDI MA SICURAMENTE MOLTE MIGLIAIA DI PERSONE ORA SONO ALLEGRE PERCHE’ CURATE DALLA SUA CREATURA E QUESTA ALLEGRIA E’ QUELLA CHE VALE PERCHE’ SUPERA DI MOLTO OGNI QUALSIASI SUPPOSIZIONE

  2. CREDO CHE QUANDO SI HANNO LE MANI PULITE E’ UGUALE TENERLE FUORI O DENTRO LE TASCHE.IL PROBLEMA CHE PONGO E’ STABILIRE DOVE SI DEVE TENERLE QUANDO SONO SPORCHE…. SECONDO ME SONO CERTA CHE SPORCHE SONO QUELLE POSTE BEN IN VISTA, IPOCRITAMENTE,CON ARROGANZA SUI BANCHI DEI PALAZZI DEI VARI POTERI.CONOSCETE ALTRI CASI? SUGGERITEMI!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.