27 Febbraio 2012

Hotel Mezdì

Di michilcosta

Il 7 dicembre 2011 il TAR di Bolzano ha dato ragione ai ricorrenti: l’hotel Mezdì sull’Alpe di Siusi non potrà essere ingrandito, la pista da sci non potrà essere spostata, la galleria di 115 metri e i tratti nuovi della strada non potranno essere costruiti; annullando così la concessione edilizia del Comune di Castelrotto, approvata anche dalla Provincia Autonoma di Bolzano.

La concessione prevedeva lo spostamento e la ricostruzione di un fabbricato di quasi 27.000 m³, lo spostamento della pista da sci, la quale sarebbe appunto passata sopra la nuova  galleria lunga 115 metri.

I proprietari dell’hotel Mezdì potranno demolire l’attuale struttura e ricostruirla tale quale, cioè di ca. 9.500 m³, nello stesso posto in cui si trova ora.

da La Usc di Ladins nr. 03/20 gennaio 2012

2 thoughts on “Hotel Mezdì

  1. Mi pare che conservare un rudere decadente proprio all’ingresso dell’altipiano non sia un grande affare per il paesaggio!!!! Il nuovo complesso avrebbe sicuramente portato enormi vantaggi ad un’area dell’alpe che resta ferma da anni, collo di bottiglia nei collegamenti con Ortisei, e paesaggisticamente deturpata da cotanto sfascio. Se invece che continuare battaglie di “bandiera” ( o personalistiche) sul Mezdì ci si fosse preoccupai di quel che succede al compach o sopra Saltria….ma evidentemente c’è cemento e cemento…..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.