Il viaggio al centro dell’uomo

Home / Culture / Il viaggio al centro dell’uomo

Earthrise-Crop-4Earthrise, William Anderson


Si pensava, a cavallo del secolo scorso, che tecnologia e scienza potessero risolvere i problemi del mondo, dalle carestie alle malattie. Ma la Belle Epoque, con il suo edonismo e l’eccesso di energia avrebbe invece scatenato la Urkatrastrophe, la catastrofe originaria. Una guerra lunga trent’anni, con in mezzo una tregua delle armi, una malcelata voglia di pace. La meta di quel viaggio, fatto di speranza e tecnologia, portò invece l’umanità in tutt’altra direzione.

Pensiamo al viaggio di William Anderson nella sua Apollo 8. Oltre allo scoprire nuovi orizzonti, milioni di persone presero coscienza del nostro ecosistema. L’unico pianeta blu e bianco, in mezzo a tutta quella meraviglia luccicante, era la nostra MadrepadreTerra. “La visione più bella della mia vita”, la chiamerà il comandante della navicella. Era la vigilia di Natale del 1968. E quella foto, “Earthrise”, il sorgere della Terra, diventerà una delle immagini più evocative di sempre.

Continua a leggere: 14.12.24_AltoAdige_Il viaggio al centro dell’uomo

michil costa, dalla prima pagina dell’Alto Adige, 14/12/2014

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: