Tag: ambiente

Home / ambiente
Fascia Lago, quale futuro?

Fascia Lago, quale futuro?

“Per me il paesaggio è prima di tutto una grande offerta, un immenso donativo che corrisponde all’ampiezza dell’orizzonte, è come il respiro stesso della presenza della psiche che imploderebbe in se stessa se non avesse questo riscontro.” Sono parole del poeta Zanzotto, un uomo grande e generoso per i versi che ci ha offerto. Sono...

Un pamphlet ambientalista

Un pamphlet ambientalista

di Valentino Liberto Si presenta come un’innocua guida tascabile; in copertina, si staglia l’inconfondibile profilo dello Sciliar visto dall’Alpe di Siusi. Ma è proprio dietro alle apparenze che indaga il giornalista di viaggio Paolo Martini con il libro “Bambole di pietra: la leggenda delle Dolomiti” (Neri Pozza, 2018), un inconsueto quanto graffiante racconto-inchiesta sulle montagne dichiarate dall’Unesco “Patrimonio...

14 febbraio 201821 giugno 2018

Pestizidland?!

Che ridere. Per non piangere. Se qualcuno l’ha presa così male vuol dire che la coda di paglia ce l’ha, altrimenti perché arrabbiarsi così tanto? C’è chi vuole perfino intraprendere azioni legali. Per un poster, o una serie di poster apparsi a Monaco grazie all’Umweltinstitut München, l’Istituto Ambientale di Monaco, una Ong che si occupa...

22 agosto 201712 marzo 2018

L’identità che si avvita su se stessa

I deliri schizofrenici hanno come peculiarità una perdita del senso d’identità. Una crisi d’identità, si potrebbe così riassumere, è un conflitto psico-sociale che può avere ripercussioni sul modo di agire, di pensare e così via. Non andando però troppo nel dettaglio (non ne ho certo le competenze), posso dire con certezza che l’identità non può...

1 marzo 201612 marzo 2018

Il futuro del Trentino tra…

21 marzo 2014 ore 20.30 Sala Assemblee Comunità di Valle, Malè IL FUTURO DEL TRENTINO TRA… ambiente, identità, politica e svilluppo domani sera sarò a Malè a parlarne assieme a: Alberto Pacher Lorenzo Dellai Annibale Salsa Mauro Corona Il Futuro del Trentino

20 marzo 201412 marzo 2018

AGENDA RENZI, AMBIENTE NON PERVENUTO

Di questo primo Renzi non m’è piaciuto innanzitutto il ribaltine imposto al povero Letta. Non mi ha entusiasmato la lista  dei ministri, per non parlare di quella die loro vice e dei sottosegretari, con quattro indagati- che non significa colpevoli, certo, ma il Presidente avrebbe potuto scegliere qualcun altro – due “soldati” di Silvio Berlusconi...

6 marzo 201412 marzo 2018